//
archivi

Archivio per

DIARIO – GIORNO 1

Quella mattina gli alberi avevano deciso di capovolgersi a testa in giù. Radici al vento e chioma sottoterra. Se ne stavano lì a sbeffeggiare il mondo, stufi di quel veleno che gli ammalava l’anima, come a dire che il cielo stava da un’altra parte, o che, perlomeno poteva starci. I soliti monelli del quartiere decisero … Continua a leggere

BUGO

I monelli, rimasti in giardino, saltellavano intorno ad Isabel. Cercavano di contagiare con la loro energia la città che vedevano stanca e affannata. “La città cadavere” la chiamavano. “Mai vista una città cadavere come questa. Qui Dio non c’è, oppure è la sua vendetta” – dicevano -. E allora cercavano di suonare una musica diversa … Continua a leggere

FILIPPO TIMI

Isabel è un po’spaventata, la gente intorno sembra sempre più indaffarata, scocciata dello sciopero degli alberi. E’ confusa, non capisce da dove poter iniziare per riportare un po’d’ordine. L’uomo che si è preso cura di lei, quello che il cane le ha fatto incontrare, avverte questo suo disagio e le infonde coraggio: “Il nuovo è … Continua a leggere

LE MANI SULLA CITTA’

Quella mattina a far ombra, però, ci pensò un’altra cosa: palazzi. Enormi palazzi costruiti nel giro di una  notte, quando tutti avevano gli occhi troppo gonfi per parlare, le orecchie azzittite dal rumore. Il rumore, un rumore terribile, insopportabile, che confondeva le persone e le allontanava le une dalle altre. Un rumore appiccicoso che era … Continua a leggere

FA’ LA COSA GIUSTA

Dal vecchio albero rugoso risuonava nel vento la voce saggia dell’oracolo che incitava “Fa la cosa giusta!!”. -Fa la cosa giusta Isabel, scegli, compromettiti, ascolta attentamente quello che si muove intorno, quei pezzettini di vita che si arrampicano sugli alberi- pensava. Salva quello che puoi salvare, e non aver paura dei tedeschi nel buio. Le … Continua a leggere

Video 1