//
you're reading...
sentito

BUGO

I monelli, rimasti in giardino, saltellavano intorno ad Isabel. Cercavano di contagiare con la loro energia la città che vedevano stanca e affannata. “La città cadavere” la chiamavano. “Mai vista una città cadavere come questa. Qui Dio non c’è, oppure è la sua vendetta” – dicevano -.

E allora cercavano di suonare una musica diversa per coprire quell’orribile rumore di fondo, insopportabile. Erano giovani e volevano rischiare. Superato lo shock iniziale nel vedere gli alberi capovolti, iniziarono a provare una certa eccitazione per il cambiamento. Rimasero affascinati dalla diversità, dalle possibilità altre che il cambiamento di prospettiva mostrava al mondo.

C’era una parte di quel mondo molto ottimista, dinamica, con una voglia di fare meravigliosa… e ce n’era un’altra… stanca e cadaverica. <ascolta>.

Annunci

Informazioni su I Monelli

Età: boh..sono tanti. . . . . . . . . . Abitano: tra il silenzio e l’emozione, al centro della musica. . . . . . . . Professione: disturbatori della quiete pubblica. . . . . . . . . . . . . . . . . . . Attività: Ilari trasportatori di cantastorie e musici.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: